Università degli Studi di Udine OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato
 

OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato >
Udine Thesis Repository >
01 - Tesi di dottorato >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10990/555

Autori: Napolitano, Angela
Supervisore afferente all'Università: MARESCA, MAURIZIO
Centro di ricerca: DIPARTIMENTO SCIENZE GIURIDICHE - DISG
Titolo: La regolazione transnazionale dei traffici sulle reti europee. Spunti e modelli ricostruttivi tra potere estero degli Stati e competenze dell'UE.
Abstract: L'attuale assetto regolativo europeo e nazionale in materia di infrastrutture di trasporto appare ancora poco funzionale; in particolare, non si rinviene, all'interno dei singoli corridoi della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T), un'applicazione uniforme degli strumenti di regolazione, nè un'uniformazione delle condizioni di accesso e concorrenza. Il tutto a discapito dell'attrazione sul mercato degli operatori economici, che sarebbero ben più stimolati dalla possibilità di operare in condizioni competitive, strutturali e amministrative previste e garantite in maniera certa ed imparziale su tutta la TEN-T, a maggior ragione se ad occuparsi di stabilire e monitorare tali condizioni fosse un organo interstatale terzo e tecnicamente altamente qualificato. E' dunque ravvisabile una nuova esigenza: la necessità di ideare strumenti innovativi di regolazione dei traffici sulla rete europea. Così, tenendo ben presenti i recenti sviluppi normativi in materia di TEN-T, si può ideare una sorta di organo comune agli Stati attraversati dal singolo corridoio in grado, allo stesso tempo, di monitorare lo sviluppo delle opere infrastrutturali programmate a livello europeo e di esercitare una funzione regolativa dei traffici che ivi si realizzano. A tal fine, due sono i modelli che possono rivelarsi funzionali: quello delle Agenzie europee e quello della Commissione centrale per la navigazione sul Reno. Quest'ultimo, in particolare, risulta l'archetipo maggiormente funzionale agli obiettivi prefissati e lo strumento che appare più adatto e celere per addivenire alla sua creazione è ravvisabile in un trattato internazionale tra gli Stati attraversati dal corridoio, con possibilità per l'Unione europea di partecipare o aderire successivamente al medesimo
Parole chiave: TEN-T Trans-European network of transport; Motorways of the sea; Market regulation; Corridors of transport; European agency; Central commission for Rhine navigation
MIUR : Settore IUS/14 - Diritto Dell'Unione Europea
Lingua: ita
Data: 7-nov-2014
Corso di dottorato: Dottorato di ricerca in Diritto pubblico comparato e dell'Unione Europea
Ciclo di dottorato: 26
Università di conseguimento titolo: Università degli Studi di Udine
Luogo di discussione: Università degli studi di Udine
Citazione: Napolitano, A. La regolazione transnazionale dei traffici sulle reti europee. Spunti e modelli ricostruttivi tra potere estero degli Stati e competenze dell'UE.. (Doctoral Thesis, Università degli Studi di Udine, 2014).
In01 - Tesi di dottorato

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
Tesi dottorato AN definitiva 2.pdfTesi di dottorato dott.ssa Angela Napolitano1,91 MBAdobe PDFVisualizza/apri


Tutti i documenti archiviati in DSPACE sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA