Università degli Studi di Udine OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato
 

OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato >
Udine Thesis Repository >
01 - Tesi di dottorato >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10990/559

Autori: Covatta, Alice
Supervisore afferente all'Università: BERTAGNIN, MAURO
Centro di ricerca: DIPARTIMENTO INGEGNERIA CIVILE E ARCHITETTURA - DICA
Titolo: Parallel Implosion. Densità, intimità e spazio pubblico
Abstract: Entro i prossimi quarant'anni raggiungeremo la soglia dei dieci miliardi di abitanti ed il 75% della popolazione mondiale vivrà un’esistenza urbana. L’iper-densità e l’iper-estensione abitativa sta già favorendo la sperimentazione di differenti scalarità corporali, modificando le consuete proporzioni a cui i nostri corpi si sono adattati. In questo scenario l’obiettivo della tesi è l’individuazione di realtà che favoriscano la compresenza fra l’intimità della sfera individuale e la densità della congestione metropolitana. Due condizioni opposte, la prima d’isolamento e simile alla forma di un nido plasmata dal peso del corpo mentre la seconda è caotica, satura e intricata. L’investigazione si struttura in un’analisi teorica prima ed una successiva indagine empirica attraverso due casi studio identificati nella metropoli più densa al mondo, Tokyo, il mercato ittico, Tsukiji, e la città dei libri di Jimbocho. Le considerazioni derivanti dall’analisi diretta e dalla documentazione acquisita delineano alcune caratteristiche che accomunano i casi osservati: entrambi i mercati si compongono dall’assemblaggio di micro-architetture, modellate attorno allo spazio intimo e personale del consumo proponendo un sistema ibrido fra formale ed informale, sono localizzati nel cuore pulsante della maggiore megalopoli del Giappone, infine il processo di trasformazione è riuscito a fondere nello stesso contesto urbano archetipi socio-culturali e componenti di una metropoli postmoderna. I termini densità ed intimità non sono posti in antitesi ma risultano come sintesi progettuale: una soffice operazione di trasformazione dello smisurato per adattarvici il piccolo può far collimare le due dimensioni antitetiche in cui si trova inserito l’uomo della metropoli
Abstract (in inglese): Forty years from now, we will reach the threshold of 10 billion inhabitants and 75% of the world population will live an urban existence. Hyper-density and hyper-expansion of housing is already encouraging experimentation of different corporeal scales, modifying the customary proportions to which our bodies have adapted. Tokyo has adapted the capsule hypothesised by Kenzo Tange, Kisho Kurokawa and Toyo Ito, where density and intimacy represent a design and temporal synthesis, encouraging new architectural and planning transformations such as the manga kissa, karoke box and love hotel. In this scenario, the thesis sets out to identify the real conditions which favour the simultaneous presence of the individual sphere and the "culture of congestion" theorised by Rem Koolhaas. Two antithetic realities, the first of isolation, similar to a nest moulded by the weight of the body; the second chaotic, saturated and intricate. The study is organised into an initial theoretical analysis, followed by empirical investigation through two case studies of uninterrupted efficacy - the Tsukiji fish market and the Jimbocho city of books. The considerations deriving from the direct analysis and documentation acquired define a number of characteristics in common to the cases observed. Both markets are formed by the assembly of compressed, modelled micro-architecture around an intimate and personal space for consumption, proposing hybrid formal/informal systems located in the pulsating heart of the largest megalopolis. Finally, the transformation process has successfully merged the social-cultural archetypes and components of a postmodern metropolis into the same urban context. They become strategies, hypotheses, postulates and soft operations to transform the immeasurable to adapt the small in which the two antithetic dimensions coincide. This favours a benevolent relationship between architectural structure and body, the space becomes charged with a social presence where the sense of public is not perceived rationally only, but above all physically
Parole chiave: Tokyo; Architettura personale; Intimità; Densità; Mercato ittico; Spazio pubblico; Tsukiji; Jimbocho
Parole chiave: Tokyo; Body architecture; Intimacy; Density; Fish market; Public space; Tsukiji; Jimbocho
MIUR : Settore ICAR/10 - Architettura Tecnica
Lingua: ita
Data: 10-mar-2015
Corso di dottorato: Dottorato di ricerca in Ingegneria civile ambientale architettura
Ciclo di dottorato: 27
Università di conseguimento titolo: Università degli Studi di Udine
Luogo di discussione: Udine
Altre informazioni: Co-supervisori: Piotr Bronislaw Barbarewicz, Darko Radovic - Durante il periodo 11/2013-8/2014 la dottoranda è stata Visiting Research student presso la Keio University di Tokyo Faculty of Science and Technology, nel laboratorio del prof.Darko Radović
Citazione: Covatta, A. Parallel Implosion. Densità, intimità e spazio pubblico. (Doctoral Thesis, Università degli Studi di Udine, 2015).
In01 - Tesi di dottorato

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
Alice Covatta_ Parallel Implosion.pdfTesi 131,05 MBAdobe PDFVisualizza/apri

Questo documento è distribuito in accordo con Licenza Creative Commons
Creative Commons


Tutti i documenti archiviati in DSPACE sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA