Università degli Studi di Udine OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato
 

OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato >
Udine Thesis Repository >
01 - Tesi di dottorato >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10990/749

Autori: Zoratto, Iris
Supervisore non afferente all'Università: GABRIELE, MINO
Centro di ricerca: DIPARTIMENTO STORIA E TUTELA DEI BENI CULTURALI - DIBE
Titolo: Il tema delle proporzioni e dell'"harmonia mundi" tra letteratura e arte nel Rinascimento italiano
Abstract: Oggetto della presente indagine è la trattatistica artistica e architettonica che si sviluppa in Italia nella seconda metà del Quattrocento e nella prima parte del secolo successivo. In particolare il tema è quello delle proporzioni e dell’“analogia”, intesi come strumenti e canoni di bellezza e di “unità del tutto”, coniugazione capace di formulare modelli ideali di matrice pitagorica e platonica. Nello specifico, la relazione musica-architettura è una delle tante sfaccettature della ricerca di quel canone di “bello ideale” su cui l’uomo si è interrogato fin dalle più antiche speculazioni filosofiche greche. Il lavoro espone nutrite riflessioni e interpretazioni inerenti specialmente i principi modulari rintracciati in alcuni dei monumenti indagati, tra i più significativi sotto questo aspetto dell’architettura rinascimentale. In più, dov’è stato possibile, non si sono trascurate le valenze simboliche dell’universo matematico: chiave interpretativa quale centro concettuale dell’esistente.
Abstract (in inglese): The subject of this survey is the treatises of art and architecture that developed in Italy in the second half of the fifteenth century and the early part of the next century. In particular, the theme is that of proportion and of "analogy", meaning beauty tools and royalties and "unity of everything", conjugation able to formulate ideal models of Pythagorean and Platonic. Specifically, the report music-architecture is one of the many facets of the research that canon of "ideal beauty" on which man has asked since ancient Greek philosophical speculation. Work reflections and interpretations inherent exposes nourished especially the modular principles traced in some of the investigated monuments, among the most significant in this aspect of Renaissance architecture.
Parole chiave: Vitruvio; Alberti, Leon Battista; Francesco Giorgio Veneto; Giulio Camillo; Hypnerotomachia Poliphili; Architettura rinascimentale; Tempio Malatestiano; Tempietto Rucellai; Chiesa di Santa Maria dei Miracoli in Venezia; Chiesa di San Francesco della Vigna
MIUR : Settore L-ART/02 - Storia Dell'Arte Moderna
Lingua: ita
Data: 10-giu-2016
Corso di dottorato: Dottorato di ricerca in Storia dell'arte
Ciclo di dottorato: 27
Università di conseguimento titolo: Università degli Studi di Udine
Luogo di discussione: Udine
Altre informazioni: Co-supervisore: Donata Battilotti
Citazione: Zoratto, I. Il tema delle proporzioni e dell'"harmonia mundi" tra letteratura e arte nel Rinascimento italiano. (Doctoral Thesis, Università degli Studi di Udine, 2016).
In01 - Tesi di dottorato

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
TESI-Zoratto-definitiva.pdf161,13 MBAdobe PDFVisualizza/apri


Tutti i documenti archiviati in DSPACE sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA