Università degli Studi di Udine OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato
 

OpenUniud - Archivio istituzionale delle tesi di dottorato >
Udine Thesis Repository >
01 - Tesi di dottorato >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10990/883

Autori: GAS, MARTA
Supervisore afferente all'Università: ZUCCO, RODOLFO
Supervisore non afferente all'Università: CHAARANI, ELSA
TOPPAN, LAURA
Centro di ricerca: DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI E DEL PATRIMONIO CULTURALE - DIUM
Titolo: Sodalizio e congedo: Mario Luzi e il simbolismo
Abstract: Mario Luzi (1914-2005), dopo una storia poetica che attraversa tre quarti del Novecento, ha davvero com-preso il simbolismo. Nella mia ricerca mi sono occupata in particolare della raccolta Frasi e incisi di un canto salutare (1990): la distanza intercorsa dalle prime letture – riconducibili agli anni Trenta – dei poeti simbolisti fa emergere le permanenze con maggiore consistenza. I contrassegni mutuati dal simbolismo sono rintracciabili lungo tutta la produzione luziana, ed entrano nell’officina poetica come materie prime, anche se il loro impiego passa attraverso un lungo processo di sedimentazione. In primo luogo, si è rivelato necessario definire una grammatica simbolista, individuando le coordinate tematiche e stilistiche che rendono il simbolismo laboratorio e itinerario poetico, fondamentale per comprendere la poesia luziana. Nel primo capitolo ho dunque definito l’immaginario, lo sguardo e la voce simbolisti: questi nuclei hanno poi costituito le linee-guida per entrare nel vivo della produzione luziana. Mallarmé è sicuramente una pietra miliare nell’evoluzione poetica di Luzi, ma il magistero mallarméano non vive isolato nel panorama luziano. Temi e stilemi comuni a Mallarmé sono infatti rintracciabili in poeti quali Rimbaud, Verlaine, Maeterlinck, Samain, Rodenbach, Verhaeren, Laforgue: essi presentano una tavolozza poetica giocata sulle medesime tonalità, una congerie di elementi che diventano rilevanti e influenti sulla poesia successiva proprio in quanto significativi di un’epoca (se non rivelatori di un vero e proprio Zeitgeist) ed estesi sino a raggiungere la poesia tardo-novecentesca. Nel Luzi degli anni Novanta, il costante riferimento all’idea, al modus simbolista, diventa un simbolismo sostanziale: visibile nella struttura, nell’andamento poiematico, oltre che nella permanenza di temi e stilemi. Egli riconferma l’ammirazione per i modelli sino alle ultime raccolte: un’ammirazione che va di pari passo con lo scarto ideologico, in una sintesi che testimonia la partecipazione a una medesima sensibilità, in modo dapprima diretto, quindi sostanziato. Frasi e incisi di un canto salutare rappresenta sì un riconoscimento, ma anche un commiato rispetto ai maestri simbolisti. Il magistero simbolista si avverte in modo particolare a livello stilistico: i periodi poetici dei simbolisti sono una costellazione, immagine che ricorda anche visivamente la poesia luziana all’altezza di Frasi e incisi. A livello tematico, l’approdo luziano è antitetico rispetto agli esiti simbolisti ma viene presentato tramite modalità che verso i simbolisti sono debitrici. In fondo, l’epifania del divino si ottiene per continua approssimazione: e l’impiego di temi e stilemi simbolisti rientra nel percorso luziano di avvicinamento alla verità. Questa dinamica, in bilico tra sodalizio e congedo, porta Luzi a fare ammenda rispetto a certe posizioni, anche stilistiche, del passato; al contempo, però, si nota il permanere di una koiné che deve in gran parte proprio al simbolismo la sua definizione.
Parole chiave: Luzi, Mario; Simbolismo; Poesia; Mallarmé
Parole chiave: Symbolism; Poetry; Mallarmé
Keywords (in francese): Symbolisme; Poésie; Mallarmé
MIUR : Settore L-FIL-LET/12 - Linguistica Italiana
Settore L-FIL-LET/14 - Critica Letteraria E Letterature Comparate
Lingua: ita
Data: 27-nov-2017
Corso di dottorato: Dottorato di ricerca in Studi linguistici e letterari
Ciclo di dottorato: 29
Università di conseguimento titolo: Università degli Studi di Udine
Luogo di discussione: Udine
Ateneo di co-tutela: Université de Lorraine (Nancy)
Citazione: GAS, M. Sodalizio e congedo: Mario Luzi e il simbolismo. (Doctoral Thesis, Università degli Studi di Udine, 2017).
In01 - Tesi di dottorato

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
Marta Gas_Tesi.pdfTesi di dottorato2,28 MBAdobe PDFVisualizza/apri


Tutti i documenti archiviati in DSPACE sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace SoftwareFeedback CINECA